FSBA – Semplificato il versamento della contribuzione correlata

Posted By Simona Guttuso on Apr 16, 2019 | 0 comments


FSBA – Semplificato il versamento della contribuzione correlata

Più semplice il versamento della contribuzione correlata in favore dei lavoratori che beneficiano delle prestazioni di solidarietà erogate da FSBA. Sarà infatti il Fondo e non più il datore di lavoro ad avere  l’onere del versamento della contribuzione correlata, al pari di quanto previsto per gli altri fondi di solidarietà, in modo da evitare che eventuali disattenzioni o inadempienze del datore di lavoro si riverberino sulle prestazioni da corrispondere ai lavoratori.
Le indicazioni le fornisce l’Inps nella Circolare numero 53 del 12 Aprile 2019

Fondi alternativi

Il fondo di solidarietà bilaterali alternativi per l’Artigianato è disciplinato dall’articolo 27 del Dlgs 148/2015 (D.I. 95581/2016). Tale fondi, a differenza della generalità dei fondi di solidarietà, non è istituito presso l’INPS, ed assicura, come previsto dalla normativa, l’assegno ordinario previsto dall’articolo 30, comma 1, del D.Lgs. n. 148/2015 e l’assegno di solidarietà previsto dall’articolo 31 del D.Lgs. n. 148/2015 allo scopo di tutelare la sospensione o la riduzione dell’attività lavorativa per le medesime causali previste in materia di integrazione salariale. 

La misura della Contribuzione correlata

Nelle predette ipotesi di intervento dei Fondi alternativi, è previsto il versamento della contribuzione correlata in favore del lavoratore, utile per il conseguimento del diritto a pensione, ivi compresa quella anticipata, e per la determinazione della misura della pensione. A tal riguardo il documento Inps precisa che tale contribuzione è computata in base alle modalità previste dall’articolo 40 della legge 4 novembre 2010, n. 183, secondo le quali il valore retributivo da considerare “è pari all’importo della normale retribuzione che sarebbe spettata al lavoratore, in caso di prestazione lavorativa, nel mese in cui si colloca l’evento” sulla base degli elementi retributivi ricorrenti e continuativi (al pari di quanto avviene in materia di accrediti figurativi nei periodi di godimento dell’integrazione salariale).

Versamento della contribuzione correlata

Per il versamento della contribuzione correlata nei fondi bilaterali alternativi la legge prevede, a differenza di quanto accade nei fondi di solidarietà bilaterali ordinari, che sia il datore di lavoro nei soli casi di erogazione dell’assegno ordinario e dell’assegno di solidarietà, a versare anticipatamente le somme all’Inps, per poi chiedere agli stessi Fondi il rimborso dei versamenti effettuati. Tale previsione di carattere operativo, che prevede l’anticipo all’Istituto della contribuzione correlata alla prestazione da parte del datore di lavoro, può però influire sulla corretta alimentazione del conto assicurativo individuale presso la gestione di iscrizione dei lavoratori beneficiari delle prestazioni erogate dai fondi in oggetto. Nello specifico, infatti, i lavoratori interessati, in presenza di eventuali inadempienze, anche di natura informativa, da parte del datore di lavoro, si espongono al rischio di non vedersi accreditata correttamente la contribuzione correlata sul proprio estratto conto assicurativo.

Pertanto, allo scopo di rafforzare i livelli di tutela previdenziale del lavoratore, l’Inps precisa che si è ricondotto, anche sotto il profilo procedurale, l’onere del versamento della contribuzione correlata direttamente in capo ai fondi di solidarietà alternativi. A tal fine, l’Istituto effettuerà la quantificazione dell’importo della contribuzione correlata alle prestazioni erogate in analogia a quanto previsto per la gestione della generalità dei fondi di solidarietà, mediante le medesime implementazioni ed in base alle informazioni dichiarate dalle aziende con le denunce Uniemens, determinando così l’ammontare dell’obbligo contributivo, anche ai fini della rendicontazione. I fondi di solidarietà bilaterali alternativi provvederanno al riversamento all’INPS delle somme relative alla contribuzione correlata sulla base delle modalità e dei termini stabiliti dall’Istituto medesimo. Tale impostazione, precisa l’Inps, oltre a consentire un significativo consolidamento della posizione assicurativa dei soggetti che fruiscono delle tutele a sostegno del reddito previste dai fondi di solidarietà, rappresenta altresì una forma di semplificazione delle operazioni di assolvimento degli adempimenti informativi e contributivi da parte dei datori di lavoro.

Clicca qui per scarica la circolare INPS 

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Programma 21-22 Giugno 2018
GIOVEDÌ 21 GIUGNO 2018

Arrivo degli ospiti e sistemazione in hotel

Ore 15:00
Incontro in hotel e partenza per visita guidata ai quartieri storici di Cagliari (riservata ai delegati degli Enti)

Ore 17:30
Rientro in hotel

Ore 19:00
Incontro in hotel e partenza per visita alle Cantine Argiolas di Serdiana

Ore 21:00
Cena di benvenuto presso Cantine Argiolas di Serdiana

Ore 23:00
Rientro in hotel

VENERDÌ 22 GIUGNO 2018

Ore 9:15
Incontro nella sede del convegno: Convento San Giuseppe, Via Paracelso snc (prolungamento via Parigi – Cagliari)

Ore 9:30
Registrazione partecipanti

Ore 9:45
Apertura lavori, intervengono: Marianna Orrù (Presidente EBAS), Dario Bruni (Presidente EBIART)

Ore 10:00
Presentazione dello studio: “Bilateralità artigiana: contrattazione decentrata tra nuovi scenari negoziali e crescente impatto sociale del welfare contrattuale” a cura della Prof.ssa Piera Loi del Centro Studi Industriali dell’Università di Cagliari. Si confronteranno sul tema la Prof.ssa Roberta Nunin dell’Università degli Studi di Trieste e il Prof. Marco Lai dell’Università degli Studi di Firenze

Ore 10:45
Consegna premio “VentiVenticinque” – Assegnato all’impresa e al lavoratore iscritti da più tempo all’EBAS

Ore 11:15
Tavola rotonda: intervengono le Parti Sociali Nazionali. Partecipano: Riccardo Giovani (Confartigianato naz.le), Maurizio De Carli (CNA naz.le ), Michele De Sossi (Casartigiani naz.le), Marco Accornero (CLAAI naz.le), Delia Nardone (CGIL naz.le), Annamaria Trovò (CISL naz.le)

Ore 13:15
Conclusione lavori, intervengono: Fabrizio Carta (Vicepresidente EBAS), Giuseppe De Martino (Consigliere EBIART)

Moderatore: Francesco Giorgino

Ore 13:30
Lunch buffet

Open Coffee dalle ore 09.30 alle ore 11.30

×
Programma
VENERDÌ 22 GIUGNO 2018

Ore 9:15
Incontro nella sede del convegno: Convento San Giuseppe, Via Paracelso snc (prolungamento via Parigi – Cagliari)

Ore 9:30
Registrazione partecipanti

Ore 9:45
Apertura lavori, intervengono: Marianna Orrù (Presidente EBAS), Dario Bruni (Presidente EBIART)

Ore 10:00
Presentazione dello studio: “Bilateralità artigiana: contrattazione decentrata tra nuovi scenari negoziali e crescente impatto sociale del welfare contrattuale” a cura della Prof.ssa Piera Loi del Centro Studi Industriali dell’Università di Cagliari. Si confronteranno sul tema la Prof.ssa Roberta Nunin dell’Università degli Studi di Trieste e il Prof. Marco Lai dell’Università degli Studi di Firenze

Ore 10:45
Consegna premio “VentiVenticinque” – Assegnato all’impresa e al lavoratore iscritti da più tempo all’EBAS

Ore 11:15
Tavola rotonda: intervengono le Parti Sociali Nazionali. Partecipano: Riccardo Giovani (Confartigianato naz.le), Maurizio De Carli (CNA naz.le ), Michele De Sossi (Casartigiani naz.le), Marco Accornero (CLAAI naz.le), Delia Nardone (CGIL naz.le), Annamaria Trovò (CISL naz.le)

Ore 13:15
Conclusione lavori, intervengono: Fabrizio Carta (Vicepresidente EBAS), Giuseppe De Martino (Consigliere EBIART)

Moderatore: Francesco Giorgino

Ore 13:30
Lunch buffet

Open Coffee dalle ore 09.30 alle ore 11.30

×